venerdì 17 maggio 2013

Guida galattica allo US Soccer #9

Kansas City, skyline

Nel lontano 1856, la nave a vapore Arabia partì da St. Louis alla volta di Kansas City e Sioux City. Tuttavia, appena ripartita da Kansas City l'Arabia -si narra- urtò un albero lungo le acque del fiume Missouri e affondò in men che non si dica. I passeggeri vennero tutti soccorsi, ma la nave e il suo carico andarono perduti. Fino al 1987, anno in cui il relitto venne riscoperto e riproposto nell'attuale Arabia Steamboat Museum di Kansas City.
I resti dell'Arabia sono ora tra le principali attrazioni della città che si divide tra gli Stati del Kansas e del Missouri.

Famosa per il barbecue (ulteriori informazioni a piè di post), Kansas City ospita anche un importante museo dedicato alla Prima Guerra Mondiale, il Nelson Atkins Museum of Art e oltre 160 fontane.

James Cool Papa Bell
Tuttavia -inutile girarci attorno- i must see a Kansas City sono indubbiamente altri. Al primo posto il Negro League Baseball Museum (le Negro Leagues erano serie in cui i giocatori erano di origine prevalentemente afro-americana o latinoamericana). A seguire, i riverboat casinò, guida assoluta e primo step per la nightlife che conta a Kansas City.
Infine, 4 parole: Schlitterbahn Kansas City Waterpark. Il parco giochi ha da poco annunciato la novità delle novità, una Meg-a-Blaster speed-slide da 4 persone. Sarà la più alta, la più veloce e, quindi, la più figa speed-slide del mondo.

N.B. per chi non lo sapesse, la speed-slide è una corsia, una pista, uno scivolo che va giù dritto, come se fosse solo la discesa principale delle montagne russe. In Italia, ad esempio, c'è il kamikaze dell'Aquafan di Riccione, inaugurato nel 1991 da Alberto Tomba.


Prima di lanciarvi a cannone al waterpark, però, forse vale la pena di assistere ad un match dello Sporting Kansas City.
La squadra, fondata nel 1996, è da sempre partecipante alla Major League Soccer, originariamente con il nome Kansas City Wizards, dal 2010 come Sporting per questioni di copyright.

Pur essendo tra i più assidui frequentatori dei playoff della MLS, solamente nel 2000 i Maghi sono riusciti a vincere l'MLS Cup, sotto la guida di Bob Gansler e con Tony Meola a registrare il record di imbattibilità in stagione (oltre 680 minuti).
Grande protagonista di quella stagione il danese Miklos Molnar (che alcuni di voi -solo i più attenti- ricorderanno a Francia '98), trascinatore dei Wizards sia in semifinale (contro i Galaxy) che in finale (contro i Chicago Fire).
Dopo il trionfo del 2000, però, solo delusioni per Kansas City. Tra queste la finale persa contro lo DC United nel 2004.

Vitalis "Digital" Takawira
Sono passati da Kansas City Igor Simutenkov, il nigeriano Uche, Alexi Lalas e Vitalis "Digital" Takawira, da Salisbury, Zimbawe.

Nonostante il primo posto a Est nella regular season, lo scorso campionato i Maghi sono stati eliminati al primo turno di playoff dalla sorprendente Houston Dynamo (poi finalista perdente contro i Galaxy).

Quest'anno (la stagione 2013 è da poco iniziata) contano sui gol dell'argentino Bieler, del panamense Zusi e della stella Kei Kamara (di passaggio anche al Norwich) per tornare campioni. Magari prima aggiustando un poco alcuni meccanismi difensivi, come sembrerebbe suggerire la partita dello scorso 8 maggio contro Seattle: assurdo che in sette contro due in area su calcio d'angolo non hai la marcatura sulla punta avversaria.. maledetta zona sui calci piazzati..

Infine, una considerazione: forse con la terza maglia lo Sporting ha un po’ esagerato..
* * *

Il BBQ, dicevamo. Da quanto ho capito, il KC BBQ-style consiste in una sorta di affumicatura lenta della carne tramite vari tipi di legna (tra questi, il noce) e nel ricoprire la carne con una salsa densissima a base di pomodoro e melassa.
Un paio di dritte. Se preferiamo lo stile e l'arredamento del locale, imperdibile l'Arthur Bryant's Barbeque Restaurant. Se invece vogliamo affidarci alle classifiche, da non perdere il Fiorella's Jack Steak. Danny Edward's Bld BBQ sembra invece il set di un film di Tarantino.
Qui invece i principali eventi legati al BBQ a livello nazionale.

0% VEGETARIAN

8 commenti:

  1. Grande Bostero, aspetto con ansia il lettore che faccia l'estate in America seguendo la tua guida...
    Su Kansas dico questo:
    1) Danny Edward's tutta la vita.
    2) Odio la salsa barbeque.
    3) Ho paura di aprire il link degli eventi BBQ..
    4) Odio gli aquafan (a parte il Niagara di Pedaso) perchè rimango sempre incastrato negli scivoli (maledetto attrito).
    5) Non ricordo chi sia Molnar.
    6) Come fa la terza maglia (belle peraltro le losanghe) a costare 150 dollari?
    7) Simutenkov idolo.
    8) Un pre-serata in un riverboat casinò me lo farei di gran gusto

    RispondiElimina
  2. 9) Guardare la MLS ci fa ricordare che chiunque di noi, negli US, partirebbe titolare.

    RispondiElimina
  3. Alberto Tomba che inaugura il kamikaze...

    RispondiElimina
  4. 1)anche io edwards
    2)Mi piace molto la salsa BBQ
    3)Ho aperto il link eventi BBQ e non è successo nulla
    4)A me l'aquafan non fa ne caldo ne freddo....detesto però le persone che ci vanno....
    5)Neanche la mamma di Molnar si ricorda di Molnar
    6)per 150 dollari voglio anche un calciatore in regalo a mia scelta
    7)Simutenkov idolo
    8)dove cazzo sono le cheerleader?

    RispondiElimina
  5. Lo metto qua anche se è fuori dal topic:

    Oggi chi conta davvero guarda la serie B (e non solo oggi).

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Kansas City Wizards, solo due immensi nomi: Preki e Carlos Marinelli.

    RispondiElimina
  8. Lifestyle:

    http://max.gazzetta.it/lifestyle/2013-06/06lifestyle-kuboobs-kansas-university-401494585709.shtml#28

    RispondiElimina