domenica 19 febbraio 2012

LIBERTADORES 2012

Santos Futebol Clube, Campione lo scorso anno
Da qualche giorno è iniziata la fase a gironi della Copa Libertodores 2012. La voglia del Santos di riconfermarsi e la fame del Flamengo, la rabbia del Penarol e il grande ritorno de Los Xeneizes. I segreti della competizione più equilibrata al Mondo.

Grupo 1 - Sport Club Internacional de Porto Alegre (BRA) / Santos Futebol Clube (BRA) / Club The Strongest (BOL) / Club Juan Aurich de la Victoria (PER)
Subito un incrocio di altissimo livello: il Santos Campione uscente dei soliti Ganso e Neymar contro l'Internacional di Porto Alegre, detentore della Recopa Sudamericana. Tanta la voglia di riscatto per il Colorado dopo la prematura eliminazione dell'anno scorso per mano del Penarol, subito confermata dal 2 a 0 al Juan Aurich in apertura di girone.
I peruviani e il The Strongest, pur essendo squadre dignitose, con ogni probabilità dovranno accontentarsi del ruolo di spettatori alla lotta per il primo posto nel girone. Ottimi tuttavia i tre punti dei boliviani contro il Santos (2 a 1, le firme sono di Cristaldo e Ramallo).

Grupo 2 - Club Sport Emelec (ECU) / Club Atlético Lanús (ARG) / Clube de Regatas do Flamengo (BRA) / Club Olimpia de Asunción (PAR)
Ogni anno, una tra le squadre del pacchetto argentino riesce a mettermi in difficoltà, a risultare per me indecifrabile: mentre la scorsa edizione era toccato al Godoy Cruz, siamo ora di fronte al Lanùs di Mauro German Camoranesi e Mariano Pavone (ex Betis, ricorderete). Mentre aspettiamo il conforto del buon Fornaretto quanto a El Granate, prendiamo nota che il Flamengo (bloccato 1 a 1 proprio dagli argentini alla prima) sulla carta è una signora squadra. Molto dipenderà da Ronaldinho e Vagner Love, ma mi spingo a dire che i brasiliani non fatichernno a passare il turno. L'Emelec di Figueroa, che l'anno scorso sfiorò la qualificiazione alla Tabla Final, è da tenere d'occhio. L'Olimpia di Donnet (quello di Venezia e Boca) non mi convince (e infatti ha già perso in casa dell'Emelec).

Los Tiburones de Barranquilla
Grupo 3 - Club Unión Española (CHI) / Club Bolivar (BOL) / Club Deportivo Universidad Católica (CHI) / Corporación Deportiva Popular Junior (COL)
Il girone che si preannuncia più equilibrato. Il Bolivar cerca vendetta sull'Union Espanola dopo l'eliminazione nelle fasi preliminari dell'anno scorso. Lo Junior e la Catolica vogliono stupire, quest'ultima anche senza quel Lucas Pratto che dopo averla trascinata fino ai Quarti nel 2011 è volato a Genova, sponda rossoblù, e poi al Velez.

Grupo 4 - Fluminense Football Club (BRA) / Club Atlético Boca Juniors (ARG) / Zamora Fútbol Club (VEN) / Arsenal Fútbol Club (ARG)
L'incognita Fluminense e la favola Zamora sulla strada del Boca. I brasiliani, terzi nell'ultimo Brasileirao dietro Corinthians e Vasco, si affidano al solito Deco e a El Negro Martinuccio per dimenticare la sberla presa dalla Libertad di un anno fa (3 a 0 secco in Paraguay dopo il convincente 3 a 1 al Maracana..). Lo Zamora prova a non interrompere il sogno (prima volta Campione del Venezuela nel Clausura 2011 dopo anni di onesto anonimato). L'Arsenal di Sarandì pronto ad approfittare degli scontri diretti tra Boca e Flu per strappare il secondo posto nel girone.
Per ora, pareggio a reti inviolate tra le due argentine e Flu facile sullo Zamora.

Grupo 5 - Club Libertad (PAR) / Club Nacional de Football (URU) / Club de Regatas Vasco da Gama (BRA) / Alianza Lima (PER)
Il 5 è il girone di ferro. Perchè grazie agli acquisti di Juninho Pernambucano (dall'Al-Gharafa) e Alecsandro (dall'Internacional) e la continua crescita di Dedè, il Vasco ha impressionato nell'ultimo campionato brasiliano e vinto la Copa do Brasil. Perchè da qualche anno la Libertad gioca un gran calcio (solo il Penarol nella scorsa edizione ne ha avuto ragione). Perchè Alianza e Nacional sono pessimi clienti cui far visita.
Brutto il pronti-via dei brasiliani, che hanno perso al Sao Januario per mano del Nacional. Nel frattempo, la Libertad ne ha rifilati 4 all'Alianza e ha vinto a Montevideo.

Arsenio Erico
(Asuncion, 1915 - Buenos Aires, 1977)
Grupo 6 - Club Deportivo Social y Cultural Cruz Azul (MEX) / Sport Club Corinthians Paulista (BRA) / Deportivo Táchira Fútbol Club (VEN) / Club Nacional de Asuncion (PAR)
Al di là del fascino della Cruz Azul (già vittoriosa sul Nacional) e delle vicende legate ad Adriano, credo che il Corinthians (già un passo falso con il Tachira) avrà vita facile. Qualche curiosità. Nella squadra di San Paolo gioca un tale Chen Zhizao, cinese. Capitano dei messicani è il buon vecchio Torrado (qualche stagione in Spagna e parecchie presenze in Nazionale). Con il Nacional debuttò Arsenio Erico, bandiera dell'imbattibile Independiente negli anni Trenta e Quaranta, miglior realizzatore di sempre nel campionato argentino e figlio di immigrati italiani.

Grupo 7 - Club Atlético Vélez Sársfield (ARG) / Defensor Sporting Club (URU) / Club Deportivo Guadalajara (MEX) / Sociedad Deportivo Quito (ECU)
Con una banda di giovani promesse in attacco il Guadalajara prova a ripercorrere il cammino di due anni fa (Finale persa con l'Internacional). Di traverso, un Deportivo che con una grande Segunda Etapa ha fatto suo l'Ecuatoriano 2011, il Velez di Emiliano Papa ed Insua (ritornato in patria dopo l'esperienza in Turchia con il Bursaspor) e il Defensor del Nacho Risso. Favoriti i messicani, anche se uruguaiani ed argentini sono già staccati (Defensor vittorioso sul Depor e sconfitto dal Velez vittorioso e Guadalajara fermato dagli ecuadoriani sulll'1 a 1).

Grupo 8 - Corporación Deportiva Atlético Nacional (COL) / Club Deportivo Godoy Cruz Antonio Tomba (ARG) / Club Universidad de Chile (CHI) / Club Atlético Peñarol (URU)
L'ex squadra di Faustino Asprilla, Rene Higuita e Victor Aristizabal ha sicuramente il suo fascino.. e chissà che non riesca a fregare il Godoy Cruz (che per il sottoscritto rimane indecifrabile) nella corsa agli Ottavi. Poche le speranze dell'Universidad, anche perchè la quarta del girone è il Penarol finalista l'anno scorso. Gli Aurinegros hanno si perso qualche pezzo per strada ma anche avuto il coraggio di rifugiarsi in una certezza: Marcelo Danubio Zalayeta.

Il Panterone

14 commenti:

  1. Bostero, articolo perfetto. L'ho letto due volte e solo per il piacere di farlo (avevo capito tutto già alla prima). In due minuti e trenta righe mi hai già infilato nell'atmosfera della Libertadores come se non avessi guardato altro negli ultimi sei mesi.

    Ti volevo chiedere delle delucidazioni su due aspetti.
    Primo: come scelgono a quante squadre ha diritto ciascuna nazione? Perchè, ad esempio, la Colombia quest'anno (ammesso che non sia sempre così, non ne ho idea) ha solo due squadre?
    Secondo: con che criterio fanno i gironi? Perchè mettono insieme due squadre dello stesso paese?

    Infine, la domanda che non posso non farti: che fine ha fatto il Deportivo Italia? E e i Cremas di Huanuco? Fammi capire, per chi dovrebbe tifare il sottoscritto?

    RispondiElimina
  2. Bravo, Dionigi. Manca una precisazione: prima della fase a gironi - come in Europa - si gioca un turno preliminare a 12 squadre (le ultime classificate di ciscun Paese e le ultime due classificate del Brasile).

    Quest'anno, le sei eliminate sono:
    - Sport Huancayo (PER) (battuto dall'Arsenal di Sarandì);
    - Real Potosí (BOL) (asfaltato dal Flamengo);
    - Caracas (VEN) (triturato dal Penarol);
    - El Nacional (ECU) (eliminato dalla Libertad);
    - Once Caldas (COL) (fuori per mano dell'Internacional); e
    - Tigres (MEX) (vittoria stretta nel doppio confronto dell'Union Espanola).

    Chiaramente, le corrazzate argentine e brasiliane hanno vita facile con le non-migliori degli altri Paesi.

    Quanto al numero di partecipanti per Paese, credo sia fisso. Quanto al criterio di selezione, ciascun Paese adotta criteri propri (come se, per fare un esempio, in Inghilterra la FA decidesse che in CL vanno il vincitore che so della Premier, della FA Cup e della Charity Shield, poco importa del piazzamento in Premier).

    Per soli 3 punti Los Cremas non ce l'hanno fatta nel Descentralizado 2011(lo Sport Huancayo ha chiuso a quota 50 mentre loro a 47). Puoi però consolarti con la loro partecipazione alla Copa Sudamericana.

    Il Deportivo Italia (ora Deportivo Petare, perchè rilevato dalla parrocchia di Petare..) ha fatto un pò schifo sia nell'Apertura che nel Clausura.. chiudendo tuttavia non si sa come terzo nella classifica aggregata.

    Io tifo Boca.
    Penso che lo Zio potrebbe tifare Junior, per quel "popular" nel nome.
    Non so, tifa Libertad.. l'unica squadra, assieme al Barcellona (di Barcellona, non di Guayaquil), a giocare un calcio quasi simile a quello della AS Roma.

    RispondiElimina
  3. Attenzione alla Libertad e al Velez Sarsfield. Non credo che il Santos abbia le carte in regola per riconfermarsi campione. Se dovessi pronosticare una finalista direi il Vasco da Gama.

    Se v'interessa, nell'altro sito che gestito, abbiamo classifica dei gironi e calendari
    http://www.calciometria.com/risultati-copa-libertadores.php

    RispondiElimina
  4. Non ho notato nessun riferimento all'Imperatore Adriano, che dopo aver saltato la prima gara con il Deportes Tachira per peso eccessivo, è stato rinchiuso nel centro sportivo ed ha perso 8 kg in una settimana.

    A quanto pare dovrebbe giocare in Libertadores, visto che anche in campionato ha ricominciato a giocare.

    Nel caso dovesse segnare, spero che in questo caso sia in grado di togliersi la maglia, visto che nell'unica rete segnata nel Brasileirao passato ci ha messo 10 minuti.

    RispondiElimina
  5. Comunque in casa del The strongest (ma che cazzo di nome è?) non passa nessuno

    RispondiElimina
  6. Il The Strongest meriterebbe un articolo dedicato. Non in Inglorious Glories, perchè non ci starebbe bene, però per farlo conoscere.

    Non trovo riferimenti di come sia venuto il nome.

    RispondiElimina
  7. grande Bostero.....che perla quella di Chen Zhi Zao..andatevi a leggere la sua storia e guardatevi i video su youtube..bello il Zamora...per il resto sono da sempre incantato dal Penarol.......

    RispondiElimina
  8. Qualche risultato.

    1. Colpaccio del The Strongest, che dopo aver battuto ricorderete il Santos fa suoi i tre punti anche contro il Juan Aurich. Bellissimo lo stadio di La Paz dove giocano los Atigrados: Estadio Hernando Siles.

    2. L'Olimpia non mi convince, però intanto batte il Lanus e raggiunge l'Emelec in cima alla classifica del Grupo. Servono punti e in fretta al Flamengo.

    3. Dominio Union Espanola. Los Hispanos di Santiago vincono - come tutti del resto - in casa del Bolivar e tentano la fuga. A quattro lunghezze la Catolica (2 pt). Ultimi in coppia Bolivar e Junior.

    4. Girone per ora equilibrato. Segnate in agenda, il Boca (ora a un punto) ospita il 7 marzo la Flu capolista.

    5. Nessuna novità rispetto al post.

    6. Si era detto del passo falso del Corinthians, non della goleada dei messicani della Cruz Azul al Tachira. I Cementeros spezzano così il girone, portandosi a quota 6. Corinthians e Depor lontani (a un punto) e Nacional ancora a secco.

    7. La doppia di Insua stende il Chivas a Buenos Aires. La sorpresa Defensor, che come i messicani ne aveva presi 3 dal Velez all'esordio, si impone invece bene contro il Depor Quito. Quindi, Velez 6, Defensor 3, Depor e Guadalajara 1.

    8. Non si capisce niente.
    Atletico Nacional - Universidad de Chile 2 a 0
    Godoy Cruz - Peñarol 1 a 0
    Peñarol - Atlético Nacional 0 a 4
    Universidad de Chile – Godoy Cruz 5 a 1.

    RispondiElimina
  9. Una cosa si capisce Bostero: affidarsi al Panterone non è stata una grande idea per il Peñarol...

    RispondiElimina
  10. Non lanciamoci in considerazioni affrettate Dionigi. E' che a Marcelo Danubio un 7-8 mesi per entrare in forma occorrono. Lui è uomo da Tabla Final.

    RispondiElimina
  11. segnala giocatori Bostero!

    brutto il 4 a 0 del Penarol.....

    bellissimo lo stadio boliviano...si troverà ovviamente a 3000 metri...

    RispondiElimina
  12. Bostero, ma mi confermi che nel Nacional di Montevideo gioca ancora - probabilmente in infradito - il grande Alvaro Recoba? Sapevo che era stato un suo gol, l'anno scorso, a regolare al Nacional il campionato d'Apertura...

    ps ho visto i gol della terza giornata, davvero scoppiettante il Godoy Cruz. Mi ha invece immalinconito sentire che l'intero calcio peruviano sta andando in default. Urge approfondimento ovvero intervento del Fondo Monetario Internazionale.

    RispondiElimina
  13. Giustamente Dionigi ieri mi ha richiamato all'ordine via sms. Vuole aggiornamenti..

    Grupo 1

    Bella prova del Santos, che dopo lo scivolone con il The Strongest, batte 3 a 0 (reti tutte di Neymar.. e di chi altrimenti? Si perchè.. parliamoci chiaro: il Santos inizia e finisce con Neymar. Punto) il Colorado nel derby tutto brasiliano.

    http://www.youtube.com/watch?v=K2btgPymqNA

    Grupo 2
    Un gol di Wagner Love stende l'Emelec, portando il Flamengo in testa al Grupo a quota 4.

    Grupo 3
    Il Bolivar prova a buttarla in caciara.. lo Junior attacca tutta la partita ma si mangia questo mondo e quell'altro (neanche Bojan o Vucinic messi assieme arriverebbero a tanto secondo me).. finisce 1 a 0 per i boliviani, che segnano con un colpo di testa di William Ferreira su un cross del menga dalla destra. Giusto il commento del telecronista: "Batacazo al Metropolitano"..

    http://www.youtube.com/watch?v=5qgx_Z6Mud8

    Grupo 4
    Amarissimo il crollo del Boca in casa contro la Flu. Al gol di Somoza risponde la premiata ditta Deco&Fred. Complice la vittoria dell'Arsenal (che S. Cantaluppi della Gazzetta nella puntata della scorsa settimana di Extra Time (http://video.gazzetta.it/guarda-puntata-extra-time/8014d5cc-6c42-11e1-a8a0-63cb291e857e), dopo aver scoperto Avellaneda su Google Earth, tra una pinta di birra e l'altra al bancone del Four Four Two, ha definito "modesto", in faccia al Fornaretto che nulla dice a riguardo) sullo Zamora ora El Rey de Copas è ultimo in classifica.

    Grupo 5
    Prima vittoria per il Vasco, in rimonta sull'Alianza. In gol i due grandi nomi: Juninho e Dedè.
    Peruviani invece sempre più a picco.

    Grupo 6
    Grazie ai gol di Danilo e Jorge Henrique anche il Corinthians ottiene i tre punti. Contro un deludente Nacional.
    Cruz Azul però sempre in testa a quota 6.

    Grupo 7
    Nel segno del 3. 3 i gol del Velez all'esordio al Defensor. 3 i gol rifilati al Guadalajara (doppia di Insua e Obolo -http://www.youtube.com/watch?v=pYgjUUWv658). 3 le sberle prese dagli argentini a Quito (Austiza, Tenorio e saritama).

    Grupo 8
    Vi regalo i tre gol di Caruso (bellissimo il primo: tacco fondo testa) in Godoy Cruz - Atl Nacional..
    http://www.youtube.com/watch?v=Vc3pz7ZNq8A

    .. e il primo punto del Penarol..
    http://www.youtube.com/watch?v=_ytC54FwS9Y

    Già che ci siete, datevi una letta anche ai commenti dei vari video del Penarol.

    RispondiElimina
  14. Scusa, Dionigi. Ho letto solo ora perchè stavo commentando a mia volta.

    Si, El Chino è in rosa al Nacional.
    Però fammi precisare che la domanda è messa giù male.. come fai a chiedere se Recoba "gioca"??? Recoba non ha mai giocato. Recoba ha incassato stipendi spropositati e basta in carriera. Quello di Venezia sono convinto non fosse Recoba..

    Grande Chino. Scherzi a parte, il miglior sinistro della nostra generazione.

    Sul default peruviano, dobbiamo capire. E' urgente.

    RispondiElimina