venerdì 24 settembre 2010

Il Libro Verde Del Calcio Italiano

Voi credete che Gesù è stato crocifisso ma non lo è stato, lo ha preso Dio in cielo. Hanno crocefisso uno che assomigliava a lui

Muʿammar Abū Minyar al-Qadhdhāfī

(dal discorso d’apertura del vertice della FAO a Roma, 16 novembre 2009)

O non l’hanno capito, o non l’hanno voluto capire.. Profumo di mare.. cantava in questi giorni Ranieri, e tutti a guardare al dito, e non alla luna.. e a pensare all’arrivo sulla panchina della squadra giallorossa del padre di Davide Lippi, noto navigatore.. Ed invece il mare era poca cosa.. giusto quelle poche centinaia di chilometri che ci dividono dalle coste libiche.. il problema era il Profumo..

Strane cose accadono nel calcio italiano.. Andrea Agnelli torna alla guida della Juventus e subito con Marotta si reca in pellegrinaggio da Abete ad illustrargli i suoi piani di deforestazione.. e l’abete federale trema.. e i boscaioli della Lega (in ogni senso) avanzano.. E tremano anche Nicchi e Braschi, oggetto di fuoco incrociato (e degli insulti di pirsona pirsonalmente di Galliani in tribuna, il bacio della morte..) mentre loro, poverini, sparano solo sulla croce (giallo)rossa.. che le squadre dei calzolai fiorentini, dei videoamatori napoletani e del chansonnier lumbard fanno schifo da sole.. Che c’azzecca il mirabile Mu’ammar con il calcio italiano?

Escludendo l’Inter che gli raffina i sentimenti ed il petrolio tutti i santi giorni (e pacchi di debiti Telecom con cui a Tripoli si puliscono il culo, che la cartiggenica e così poco beduina e fa tanto occidentale..), vale la pena ricordare che il colonnello, per mano del prode cineasta tunisino Tarak Ben Ammar, controlla Finninvest (e quindi l’Italia, ma non ditelo agli universitari protestanti, che continuino a protestare per i campi di concentramento dei clandestini, che è molto più fashion..), e quindi il Signor B e quindi il Milan.. Poi possiede 7,5% della Juventus tramite Lifico (e va oltre con le sponsorizzazioni Tamoil..) E con il raddoppio in Unicredit (e si arriva sempre al 7,5% la potenza dei numeri magici.. altro che la solitudine di quelli primi..) anche Italpetroli e quindi la Roma..

(O forse no, perché una squadra che fa la cepsion all’ombra del Colosseo è ambita anche altrove e le pericolose amicizie sindacali (nel senso di urbe major, prima e dopo, non di Bonanni) della sua gerenza ne impediscono la scalata.. O forse sì, se la sono già presa e puntano a minarne la struttura per impiantarne una più consona al loro giardino.. e qui andrebbe bene l’uomo col sigaro e dalle mani in pasta, e non necessariamente in panchina..)

Insomma, che la luminosa guida della rivoluzione libica (che tra l’altro come omaggio per essersi comprato la City di London s’è fatto regalare l’attentatore della Lockerbie, speriamo che per essersi comprato Arrogance, un profumo che si è appena liberato di un altro Profumo, ci regali giustizia per la nuda vita di Cesare Battisti.. ma forse speriamo troppo..) come una fenice alchemica faccia o meno la fusione tra Mediobanca e Generali lo sapremo tra poco.. di sicuro dopo oltre cent’anni di onorata rivalità è riuscito a fare la fusione tra interjuvemilan e presto nell’atanor potrebbe finirci anche la materia giallorossa..

Il calcio italiano è grande, e Gheddafi è il suo profeta

17 commenti:

  1. La vertigine dietrologica aveva colto anche me e Dionigi l'altro giorno. In effetti il discorso fila eccome. Addirittura pare anche che dietro lo scazzo tra fini e il colonnello di qualche tempo ci sia un eccesso di simpatia tra il pargolo e la Signora Tulliani. Oramai l'ombra di gheddafi è ovunque.
    In generale, sembra interessante come gli colonizzati tornino in grande stile nel paese dei colonizzatori (vedi jaguar-india) o che il capitalismo sia diventato più cinese della salsa di soia...
    La domanda da porsi è solo una: dobbiamo preoccuparci oppure, parafrasando Hoelderlim, la dove è il pericolo cresce ciò che salva?

    RispondiElimina
  2. Domande e dietrologie troppo complicate per me. In biblioteca con Gegen io ne facevo più che altro un sillogismo sciocco per chiamare e importunare il cervello di Marione, del tipo: Profumo faceva il bene della Roma, i libici hanno cacciato Profumo, i libici comandano la Juve, la Juve non vuole il bene della Roma.
    Roba che i vari "ciao so' er Paperella" si scatenavano tutta la mattina...

    RispondiElimina
  3. Il sogno di vedere la regina Betty alla guida di una Tata Nano sarebbe secondo solo a vedere Ratzi su una Trabant.. Quest’estate a Cascais (tipo la Forte dei Marmi portoghese) notavo come metà degli alberghi superlusso erano propietà di angolani e e l’altra di brasiliani.. e i portoghesi in spiaggia col panino a guardare ammirati.. La nemesi della storia..

    Se Marione stesse coltivando arance in Cirenaica, nelle radio torinesi avrebbero insultato il loro uomo mercato Pradè per avere comprato centravanti senza ali, mentre il presidente della camera, la sig.ra Tulliani, sarebbe stata in pellegrinaggio a Trigoria a chiedere la maglia giallorossa a Messi.. (e questo è vero.. ma è troppo anche per un sillogismo ipotetico..)

    E invece, aspettando il giorno in cui i nostri figli staranno svegli la notte per guardare il meraviglioso campionato di calcio cinese.. per ora giochiamo tutti per la gloria del Mu’ammar.. E intanto (parafrasando Holderim, al secolo GLF..) tutto va bene.. va proprio tutto bene.. manca un po' di appetito.. e il valium per dormire l'ho finito..

    RispondiElimina
  4. Ciao è la prima volta che capito qui.
    Dunque, premesso che nonsono juventino e dunque non debbo difendere alcun chè, desideravo sottolineare un errore:
    .. Poi possiede 7,5% della Juventus tramite Lifico (e va oltre con le sponsorizzazioni Tamoil..)

    Dunque, così a memoria: Tamoil ai tempi della triade aveva si sottoscritto il più oneroso contratto di sponsorizzazione sportiva proprio con la Juve ma, dopo calciopoli se l' è data a gambe e non mi pare che da allora: ciè dal campionato 2006-07 ( il primo post calciopoli) sia più stata lo sponsor di maglia della Juventus. A proposito: il Galliani ed il Milan si riempono la bocca con definendo il nuovo sponsor di maglia il nuovo "jersey-sponsor". Hanno utilizzato spesso la denominazione anglosassone sia nelle news sul sito ufficiale che nella conferenza stampa di presentazione. Definirlo semplicemente "lo sponsor" era troppo difficile eh? Qui da noi tutti sanno che si tratta dello sponsor di maglia. Ma tant' è, per i 60 mln. di € in cinque anni che Emirates sborserà al Milan, altro che prostituirsi....e teniamo presente che allora ( quando si è dato l' annunci del nuovo sponsor e quando si è lanciata la nuova maglia) il Berlusca era ancora sulla linea dell' austerità...quindi la prostituzione era più marcata...
    Saluti

    RispondiElimina
  5. Bell'intreccio, Zio.

    D'altronde, la finanza segue ramificazioni che non fanno il tifo, che non vanno in curva la domenica.
    Parlano più di controllate e controllanti che di fede.

    E da un certo punto di vista, proprio le partecipazioni sono metodo austerity. E' vero, speculazioni in certi casi, ma anche diversificazione (e, quindi -si presume- stabilità) in altri.

    Fatto sta che è curioso. Gente che stende fieramente la sciarpa, che piange e si dispera per un gol mancato o che dorme la notte fuori da un botteghino. E in fondo è tutta la stessa torta. Che poi, alla fine, è proprio il merchandising di quella sciarpa stesa in curva la chiave di tutto.

    RispondiElimina
  6. E’ proprio quello il discorso Bostero.. la chiave di tutto è il merchandising economico-affettivo di quella sciarpa che sventola in curva.. Da vecchio ammiratore del Colonnello mi ha riempito il cuore di gioia sapere che sabato sera tra i 70mila dell’Olimpico (ma sarebbero potuti essere a S.Siro o all’Olimpico di Torino) non solo ogni dieci euro spese per sciarpa e/o bandiera giallorossonerazzurra finivano nelle tasche del luminoso leader della rivoluzione libica, ma che anche le gioie e le esultanze dopo ogni gol, indipendentemente da chi lo avrebbe segnato, sarebbero state volte a glorificare il demiurgo di Tripoli.. in un’orgia di sincretismo finanziario-religioso il cui godimento che è pari solo alla possibilità di attraversare Villa Pamphili in cammello..

    Rispondendo a Carlo.. innanzitutto il mio post voleva essere un divertissement cospirazionista e non un faticoso o capzioso travaglio.. dopodiché, visto che Tamoil firmò un quinquennale (2005-2010) da 22 milioni l’anno (più opzione di 130 milioni per il quinquennio 2010-2015..) e decise di andarsene dopo l’anno di B, alla fine ha versato alla Juve 44 milioni.. Lafico quando entrò nella Juve nel 2002 pagò il 5,3% delle azioni 23 milioni (imponendo tra l’altro nel cda il di Lui figlio Al-Saadi – una gloriosa carriera farmacologico-calcistica nel Perugia e nell’Udinese ) e poi negli anni ha raggiunto il 7,5% diventando secondo maggior azionista dopo la cassaforte di famiglia Ifl-Exor.. Quindi si può tranquillamente dire che Gheddafi “possiede il 7,5% della Juventus tramite Lafico (e va oltre con le sponsorizzazioni Tamoil..)” dato che quei 44 milioni di sponsorizzazione rappresentano un investimento pari al 200% del pacchetto azionario..

    Per non parlare del significato che avrebbero avuto i 240 milioni complessivi di “jersey sponsor”.. basta vedere come Gasprom abbia preparato la costruzione del Nord Stream tramite “jerseysponsorizzazione” delle maglie dello Schalke 04.. Detto questo, per amore di precisione, Galliani è ridicolo ben oltre l’uso improprio di inglesismi.. e che tra Arcore e Milanello si pratichi con gioia il mestiere più antico del mondo è cosa risaputa.. Chi invece l’arte peripatetica, nel senso di retorica, la utilizzava per altri e più alti motivi è il sommo poeta cesenate da poco scomparso Edmeo Lugaresi.. A me piace ricordarlo così..

    http://www.youtube.com/watch?v=1daZW_uqmAk&feature=related

    RispondiElimina
  7. Ma veniamo alle cose serie.

    Secondo me:
    INT WER X
    TOT TWE 1X
    HAP LIO 1
    S04 BEN X
    GLA BUR 1
    VAL MAN 2
    RUB BAR X2 (primo mar, Bojan)
    PAN COP 1
    BAS BAY 2
    SPA ZIL 1
    CHE MAR 1
    AJA MIL 1X
    AUX RMD 1X
    PAR ARS X2
    BRA DON ? (non ne ho proprio idea)

    ROM CLU lascio a chi più esperto di me in materia giallorossa. Mi sembra di ricordare, però, che la Roma un anno perse contro il Cluj. Quell'anno che poi prese a pallonate il Chelsea e l'altra del girone era il Bordeaux. Ma magari mi sbaglio.

    RispondiElimina
  8. confermo: 2 - 1 per Cluji con doppieta di tale Culio (che ovviamente l'inossidabile Pradè ha cercato invano di acquistare!) e gol del momentaneo pareggio di Panucci.

    RispondiElimina
  9. Valencia-Manchester è 1 (quasi) fisso, e secondo me il disastrato Lione vince ad Hapoel e l'Inter batte il Brema.. sul resto concordo.. sul Milan non parlo perchè anche lì sono d'accordo..

    RispondiElimina
  10. Sai cosa? Per come la vedo io è sempre suggestivo pensare ad un Ajax di nuovo grande (a prescindere dal fatto che stasera gioca contro il Milan).

    RispondiElimina
  11. Anche perchè gli exploit di AZ e Twente sembrano averli risvegliati,, che sennò s'accontentavano di fare i fenomeni in casa alla scozzese.. Ora con Jol in panchina, Stekelenburg, Ven der Wiel, Emanuelson e Sulemani in campo fanno davvero paura.. Per non parlare di Suarez, clamoroso che abbiano rinunciato a tanti denari per tenerselo.. Forse puntano davvero in alto.. speriamo da domani..

    RispondiElimina
  12. PANATHINAIKOS 1
    TOTTENHAM 1
    PARTIZAN ARSENAL GOL
    RANGERS 1
    MILAN GOL
    SCHALKE 1
    REAL MADRID NO GOL

    markovic

    RispondiElimina
  13. ma porca zozza.. solo il Panathinaikos!
    maledetto Tzorvas sei peggio di Artur!

    markovic

    RispondiElimina
  14. Ammazza che rosicata!
    Non te la prendere Markovic, sei comunque un genio cazzo, ti ha detto sfiga. Senti la prossima volta pubblicali prima i tuoi suggerimenti per il picchetto, ti convertirò nella mia Musa.

    RispondiElimina
  15. ti dico una cosa, ero ad allenare i ragazzini e ce l'ho messa tutta per pubblicare la giocata entro le 20.45.
    grazie per la stima!

    markovic

    RispondiElimina
  16. Quando di uscire di scena non ne hanno proprio voglia e la tirano per le lunghe..

    http://www.youtube.com/watch?v=ybA8XpWYV1A&feature=youtu.be

    RispondiElimina
  17. Video geniale...vediamo che succede adesso al Calcio Italiano dopo questo casino cirenaico...tutti a pensare al rifornimento del gas, quando il vero buco si aprirà in certi bilanci a strisce...

    RispondiElimina