sabato 17 luglio 2010

Mondiali 2010 le pagelle di Nesat

  • Voto 10 Alla Spagna e ad Andreas Iniesta:Favorita tra le favorite come mai lo era stata,poteva essere uno svantaggio per una nazionale tradizionalmente non abituata alle pressioni. Niente braccino questa volta,merito del blocco Barca abituato a vincere,merito di un attaccante straordinario come Villa(complimenti al Valencia per averlo ceduto prima del mondiale!il DS del Valencia deve essere il Pradè spagnolo)merito anche di Del Bosque che non sbilancia troppo il suo 11,sacrificando il gioco spumeggiante con un atteggiamento più cauto,novità assoluta per le furie rosse. La Spagna di Aragones di due anni fa era decisamente più gradevole,questa è incredibilmente più concreta. Intendiamoci, anche in questa occasione gli iberici perdevano troppo tempo allo specchio,come una ragazza bella che quando abbonda con il trucco sconfina nel volgare ed al limite è pronta per la Salaria ,la Roja aveva sempre quel passaggio e quel tocco in più non necessari , utili solo a compiacere le simpatiche e mai arroganti penne di As e Marca. Se lo merita il popolo spagnolo,se lo merita la squadra,di certo non se lo merita la "Prensa" spagnola delle volte irritante come una manciata di sabbia(di quella con i sassolini)nelle mutande. La faccia bella di questo trionfo è sicuramente quella di Andres Iniesta,genio assoluto del nostro calcio,Dio del centrocampo e anticalciatore per eccellenza. Una faccia anonima come tante,somiglia ad un Gigi D'Alessio andato a male. Nessuno più di lui meritava quella palla,nessuno peraltro l'avrebbe messa dentro con la stessa freddezza,sembrava stesse giocando un partitella in spiaggia a ferragosto con tanto di nonna che dopo il goal gli passa una porzione di lasagne. Chi fa un goal al 116esimo di una finale mondiale non può non meritare il pallone d'oro,soprattutto se quel qualcuno è l'anima della sua squadra.(voto 10 e lode va a Pepe Reina e al suo show durante la festa del trionfo)
  • Voto 9 alla Germania e a Joachim Loew:Non era forte come quella del 1990,esperta come quella del 2002 o compatta come quella del 2006,soprattutto una volta tanto non era favorita. Veder giocare bene a calcio la Germania fa un tantino impressione,tifarla in certi momenti è addirittura inquietante,fatto sta contro ogni pronostico la squadra più divertente del mondiale è stata proprio quella tedesca. E' stata definita un esempio di integrazione,ma integrazione di che??aldilà del terzetto polacco e di Cacau,tutti i presunti "Extracomunitari"sono tedeschi. Khedira è di Stoccarda,Ozil di Gelsenkirchen,Boateng è di Berlino e semmai è suo fratello ad essere in errore,Aogo è di Karlsruhe,Tasci è di Esslingen am Neckar che mi suona come qualcosa di veramente poco esotico. Tutta gente cresciuta a bratwurst(e probabilmente anche a quintali di Kebab ma questa è un altra storia). "Prendiamo esempio dalla Germania!"urlano i salotti buoni del calcio italiano,invocando le convocazioni dei vari Amauri,Ledesma,Taddei,Zarate e Maxi Lopez, gente cresciuta a guaranà, churrasco o empanadas,che mette il vino rosso in frigo e non disdegna l'ananas sulla pizza. Tornando alla Germania,credo possa tranquillamente ritenersi la squadra favorita per la conquista del prossimo europeo, ovviamente tutto è legato alla conferma di Loew. Il ct tedesco in 4 anni conta 2 bronzi al mondiale(Klinsmann era solo un fantoccio)e un argento all'europeo,non male per uno che si veste in maniera talmente ambigua da essere guardato con sospetto anche durante una sfilata del gay pride.
  • Voto 8 a Forlan,l'Uruguay e le piccole:Qualificato per il rotto della cuffia contro la CostaRica,grazie al "Loco" Abreu,la celeste viene inserita in uno dei gruppi più tosti del mondiale,ne esce alla grande passando come prima ,pesca squadre alla sua portata nei due turni successivi e si arrende solo ad una quadrata Olanda in semifinale. Tabarez maestro d'altri tempi riesce a costruire un gruppo solido e a motivarlo,ne esce fuori un impresa. Un calcio ibrido figlio di un matrimonio interrazziale,l'estro sudamericano legato all'intelligenza tattica europea un cocktail devastante come un vodka cointreau a stomaco vuoto alle 3 del pomeriggio. Miglior attore protagonista di questa squadra è stato Diego Forlan,il giocatore perfetto,premiato con il pallone d'oro dei mondiali,uno che divora il campo che segna in tutte le maniere lecite e che in carriera ha raccolto meno di quanto abbia seminato. 8 anche a tutte le "Piccole" che hanno dato spettacolo. Il Ghana orgoglio africano,fuori dalle prime 4 solo per la santa mano di Suarez,farcito da giocatori giovanissimi e già forti. Il Paraguay la squadra più europea delle sudamericane,guidata da uno straordinario Martino(uno dei migliori ct del mondiale) , Cile e Messico divertentissime e sfortunatissime nell'incappare in Brasile e Argentina,la Corea maturata forse più di tutte e restando in Asia,il Giappone squadra che personalmente mi ha incantato.
  • Voto 7 al Polpo Paul:Più in forma di Galeazzi,meno viscido di Costanzo e più arguto di Salvatore Bagni,il polpo Paul ha fatto capire come un semplice cefalopode possa far meglio di mamma Rai. So che molti di voi già non lo sopportano,altri come Gegen auspicano addirittura un finale alla Gallega per la piovra di Oberhausen,fatto sta che Paul in 2 anni su 14 pronostici ne mette a segno ben 12. Calcolate signori,che io e Dionigi siamo abbonati insieme da 11 anni,ogni due domeniche giochiamo la serie A e non abbiamo MAI vinto(intendo insieme)neanche una volta,neanche per sbaglio. Si è anche scoperto che Paul in realtà è Italiano ed è in questa occasione che Studio Aperto è andato su di giri come una ragazzina in piena fase ormonale ad un concerto dei Tokyo Hotel,addirittura stravolgendo la sua solita scaletta... da:gnocca-tragedia-gnocca-tragedia-animali menomati da adottare-gnocca.... a:polpo Paul-gnocca-allevatrice del polpo Paul-tragedia-casa natale del polpo Paul-tragedia-flirt estivo del polpo Paul-gnocca. La popolarità si sa, da alla testa e come gia scritto in altre occasioni,non passerà troppo tempo prima del suo arresto in un festino con trans e cocaina a Due Ponti (tanto uno tra Taormina e la Bongiorno lo tirerà fuori per i prossimi europei).
  • Voto 6 all'Olanda:Se Yohann Cruyff fosse morto,si sarebbe rivoltato nella tomba a guardare un olanda così penosa in finale,ma Cruyff non è morto,anzi, semmai è vivo, vegeto e incazzato nero con i suoi connazionali.
    "Purtroppo hanno giocato sporco,dovevano rimanere in 9,ci sono state un paio di brutte entrate...hanno fatto male persino a me"
    secca decisa e senza appello arriva la ruvida ma precisa analisi dal simbolo dell'Olanda calcistica e sinceramente dal mio piccolo condivido ogni singola parola. Non si può giocare una finale in quella maniera,non si può e non si deve. Neanche nel calcio fiorentino ho visto uno scempio tale,De Jong e Van Bommel avevano la stessa sete di sangue di Charles Manson, mentre Robben(miglior giocatore dei mondiali fino al doppio errore davanti a Casillas) era talmente isterico da sembrare una preadolscente a cui per punizione sono stati tolti Ipod,top girl e cellulare. Incredibile come dopo il 124esimo fallo gratuito mi sono trasformato da tifoso olandese a supporter della Roja,disgustato quasi come davanti ad una puntata del bagaglino(sottolineo il quasi perchè a tutto c'è un limite). Prima della finale meritava un 8,non di più, aveva disputato un buon girone ma era stata fortunata a trovare la Slovacchia(con cui non ha brillato) e con il Brasile(primo tempo da 3 a 0 per Kaka e soci)e l'Uruguay aveva si vinto,ma lasciando comunque la sensazione che in finale non ce l'avrebbe fatta(sia con la Spagna sia con la Germania). In tutto questo non si può non elogiare un tecnico come van Marwijk e soprattutto un giocatore che per me merita un 10 pieno,ovvero,quel Giovanni Van Bronckhorst,semplicemente eroico durante tutti i mondiali e soprattutto in finale(non a caso il goal è avvenuto qualche minuto dopo la sua uscita).
  • Voto 5 a Sky:Avete presente quando vi finisce il sale sull' herpes??quella è la precisa sensazione che ho quando parla Sconcerti,quel dolore fastidioso che non svanisce neanche subito dopo averci buttato un bicchiere d'acqua,ma che continua a tormentarti anche una manciata di minuti dopo. Sky è anche questo,persone capaci alternate a persone insopportabili. Quei 3-4 mesi senza la D'Amico sono stati bellissimi,figa quanto vi pare( a sky sport 24 vedo molto di meglio) ma simpatica come un sottobicchiere. Caressa,Caressa.....l'odiavo,poi l ho capito e mi è piaciuto,ora lo trovo pesante. Ti fa vivere una partita in un costante stato di allerta. In questi mondiali poi si è superato,quando urli "CCannavarooo"in Paraguay-Italia prima partita del girone,qualcosa non va...sembra uno di quei comici che risbuca dopo anni con il suo tormentone(ce l ho qui la brioche!),della serie, 4 anni fa era divertente ora NO ed è decisamente fuori luogo. Le cose positive sono i vari inviati comunque capaci,la qualità delle riprese,le mille diavolerie come la telecamera fissa sull'allenatore e soprattutto Marianella. Marianella è il migliore di tutti e spero non faccia mai l'italia perdendo l'eleganza della sua telecronaca super partes. Il problema è chi viene affiancato al povero Marianella,in Germania Uruguay c'era Casiraghi(se non sbaglio)come commentatore,come formare una coppia d'attacco con Messi e Federico Cossato.
  • Voto 4 ai protagonisti mancati: Bellissima la pubblicità della Nike,Peccato che non abbiano preso un solo giocatore. Cristiano Ronaldo affonda con un inutile Portogallo e sputa come un 12enne che rosica al campetto sotto casa,Rooney ancora non al top per via del suo infortunio,non è riuscito a giocare decentemente neanche per un minuto,Ribery forse non ha neanche mai toccato il pallone,Kakà non è superiore in questo momento ad Antonio Criniti. Scusati Drogba(girone troppo difficile)e Messi(il suo lo ha fatto) dobbiamo ringraziare per quel minimo di spettacolo i vari Forlan,Suarez,Asamoah,Sanchez,Dos Santos,Villa,Honda,Ozil....tutta gente che gioca o ha giocato l'ultima stagione in squadre poco blasonate,tutta gente che nello spot nike non faceva neanche da comparsa.
  • Voto 3 allo Jabulani,ai portieri e Capello:La faccio breve su Capello,non puoi fare delle qualificazioni perfette,arrivare al mondiale e uscire umiliato,non è da don Fabio. Walcott a casa???Defoe sempre fuori,ma soprattutto Green e James lasciando fuori Hart(vabbè che di 3 ne fanno mezzo,ma visto la stagione disastrosa appena passata dai primi due,Hart aveva decisamente più senso). Ovviamente se il pallone di Dempsey è entrato la colpa è dello Jabulani,mica di Green. Anche quella ciabattata di Koren contro l'Algeria è stata colpa dello Jabulani,per non parlare del goal di Snejider contro il Giappone,vi pare che un portiere giapponese con la grande tradizione di portieri che hanno(un nome a caso...Benjamin Price) riesce a fare quella porcata?...no la colpa è dello Jabulani anche per la crisi in medio oriente. Dare la colpa d un pallone è' un po' come dire "Mica sono grasso...sono solo di costituzione robusta".......
  • Voto 2 a mamma Rai:Mettere insieme Galeazzi e Costanzo è un crimine contro l'umanità,la convenzione di Ginevra,un appello del Papa qualunque cosa doveva assolutamente bloccare una tale gratuità crudeltà,roba che Guantanamo al confronto è un villaggio Valtur. Una partita al giorno,approfondimenti inutili,pochissima qualità nei commentatori,la Rai di un tempo,la regina incontrastata che ha svezzato tutti noi non esiste più. Oggi invece del buon Pizzul ci ritroviamo Civoli e il suo orrendo gessato,uno che chiama Pirlo "Andrea"manco fosse il garzone dell'alimentari sotto casa sua. Fa male sapere che due fenomeni come Cucchi e Repice siano confinati esclusivamente al pubblico radiofonico. Su Bagni che dire,riuscire a fare peggio di Pecci era un impresa titanica,Salvatore non solo ci riesce ma uno come Pecci te lo fa addirittura rimpiangere. Incubo di ogni logopedista,il buon Bagni ricorda quel parente rincoglionito(acquisito)che racconta barzellette e fa battute a cui tu devi ridere per cortesia.
  • Voto 1 a Italia e Francia: E'ributtante pensare che 2 squadre finaliste l'edizione precedente finiscano eliminate al primo turno(come ultime nel girone)appena 4 anni dopo. La Francia devastata da una sorta di guerra intestina tra 3 distinte fazioni quella dei neri(Gallas,Evra,Anelka e Henry) quella dei bianchi(Toulalan,Gorcuff e Lloris) e quella dei mostri(Ribery....no in realtà Ribery stava con i Neri,visto che sua moglie mussulmana lo ha fatto convertire all'islam),scene da Banlieue che quanto meno danno un alibi e una spiegazione alla prematura eliminazione della nazionale transalpina. Poco sensato invece che i campioni del mondo non riescano a difendere il titolo neanche arrivando ad un semplice ottavo. Convocazioni al limite della follia,formazioni sbagliate e una figura di merda(mi sia consentito)che per poco non riesce a cancellare quanto fatto 4 anni fa. La peggiore nazionale di sempre,figlia dell'arroganza del suo ct,uno che poteva chiudere in bellezza con una coppa del mondo,ma che grazie alla sua spocchia è tornato con la convinzione di riuscire a bissare il successo. Ultimi classificati,dietro la Nuova Zelanda quelli che in squadra avevano commercianti e impiegati. La cosa più inquietante?questa Italia mi ha fatto provare nostalgia per Donadoni(grave...gravissimo).
  • Voto 0 alle vuvuzelas:Si chiama Neil Van Schalkwyk,lui è l'uomo a cui dovete inviare tutte le maledizioni prima di addormentarvi,lui nel 2001 ha avuto la brillante idea di mettere in commercio la maledetta trombetta. Un esperienza che ti fa venire voglia di assegnare le prossime 15 edizioni del Mondiale alle Far Oer.

14 commenti:

  1. Non concordo con molti dei vostri voti, soprattutto su uno: il 4 a caressa. Caressa non merita il 4, caressa non è MAI stato divertente, caressa è la morte della telecronaca, è il pubblico che si sostituisce all'orchestra, il bimbo in gabbia mentre il leone l'osserva allo zoo, il polpo paul che mette le ostriche in due piatti per il suo addestratore etc. etc.
    sugli altri semmaj tornerò più avanti, che ora è tardi e muoio dal sonno.
    Saluti a pentagoni ed esagoni.

    RispondiElimina
  2. Concordo con Nesat sui voti, nulla da dire. Forse un senza voto alla serbia per come ha venduto la qualificazione al gahna.
    Sui telecronisti non so che dire, mi pare una polemica poco appassionante. Speriamo che caressa abbia finito il suo momento di superominismo cominciato in germania, marianella è bravissimo ma troppo narrativo e, a volte, freddo. La verità lapalissiana è che il calcio andrebbe visto dal vivo, senza mediazioni

    La RAI è lo specchio di questo paese. Una ciurma di idioti mandati allo sbaraglio e a caro prezzo. devo dire che aldo grasso ha già dipinto bene il circo della tv di stato in Sud Africa. Non ho parole, solo tanto schifo.

    RispondiElimina
  3. Come non concordare l'impietoso giudizio sulla rai..con una solo precisazione..il personaggio che a mio avviso meriterebbe più di tutti la derisione generale, anzi pesanti insulti..è quello schifoso dai tratti effemminati, quello che ha il tic di scrollarsi la testa per riassettarsi il ciuffo..insomma quello il cui l'unico posto che gli si addice è accanto a george michael nel video dei wham, a sculettare con i jeans arrotolati..

    RispondiElimina
  4. Per far capire come ragionano in Rai Sport, qualche anno fa -appena scaricato da Telepiù, dove la dirigenza aveva avuto la brillante idea di fargli fare le scarpe da Biscardi- viene chiamato a dirigere lo Sport di Viale Mazzini sua Santità Rino Tommasi. Tale nomina è durate neanche ventiquattro ore perchè, di fronte al niet del soviet di redazione, Tommasi venne sacrificato sull'altare di Marino Bartoletti.

    Marino Bartoletti.

    Sì, quello coi baffi, quello che dice lo SpecialOne tutto attaccato e se la ride, quello che sembra uno dei Ricchi e Poveri e probabilmente lo è.

    Sono d'accordo su ogni parola di Nesat, e anzi lo ringrazio per avermi fatto ridere da sobrio quasi alle 3 di notte (comunque a Kakà gli piacerebbe essere forte come Totò Criniti..).

    A proposito di Spagna, mi è molto piaciuto un cartellone che si trova in giro per tutte le strade del paese, è di una nota marca sportiva, e ci sono le facce di alcuni dei protagonisti delle furie rosse, ed in basso questo slogan:
    E' il nostro anno, sarà la nostra era.
    Lo penso anche io.

    Il merito di Del Bosque è di non aver voluto imporre la sua mano, gestendo la squadra in maniera conservativa, riprendendo quanto lasciato dal Sabio de Hortaleza, con effettivamente un po' più di copertura (d'altronde si è trovato anche con un Torres in meno). Un atteggiamento molto umile che ho molto apprezzato. Peccato solo aver visto così poco Llorente in campo, con lui sarebbero state goleade.

    Già che ci sto, ma ci voglio tornare, segnalo solo la bellissima notizia del ritorno nella Liga della Real Sociedad, e del bel gesto di Joseba Llorente, bomber del Villareal (l'Inzaghi basco), che ha deciso di fare un passo indietro e una scelta di cuore e di tornare, appunto, a casa, a San Sebastiàn..altro che Lucarelli! Zorionak, Joseba!

    RispondiElimina
  5. Grazie per i voti, Nesat. Azzeccatissimi, mi trovo particolarmente d'accordo.

    Mi permetto solo di aggiungere qualche spunto.

    Voto 3 al Portogallo, per la Nazionale che è. Inutile.

    Voto 2 al Camerun, per la folle disciplina tattica.

    Voto 6 all'Olanda. Giusto, dici bene. Ma distinguo anche un 4 a Robben per aver perso il Mondiale da solo e un 10 alla diagonale di Capitan Giovanni in finale.

    Voto 6 a Messi. Pensare che vinca un Mondiale da solo nel calcio attuale è pura follia. Nel Barca chi ha la palla gioca la palla anche con il Keita o l'Abidal di turno, non cerca la Pulce sempre e comunque. Forse quello che ha costruito è anche tanto, per come la vedo io. Questo giudizio porta con se un'insufficienza, SOLAMENTE a livello tattico, per Diego.

    Voto 7 a Gyan. La più bella punta del Mondiale.

    Lode alla punta della Corea del Nord che piange all'esordio.

    Ciò detto, il vero sconfitto è Capello. Specie se a vincere è Del Bosque. Quello, cioè, che al Bernabeu ha portato le Coppe con le orecchie e non solo campionati (quelli, per dire, li ha portati pure il disastroso Schuster..). Mentre lui ancora se le sogna. Perchè incapace di essere vincente nel breve periodo.

    Ma poi, mi ripeto.. è anche inutile che stiamo qua a parlare e a dare voti.. noi non possiamo parlare! Noi abbiamo preso gol da rimessa laterale a difesa schierata.

    RispondiElimina
  6. Secondo me merita di essere sottolineato il gesto di Andres Iniesta al momento del gol...in un'epoca in cui siamo abituati all'egocentrismo di Cristiano Ronaldo e Balotelli, pensare che la dedica per un gol durante la finale del mondiale sia per un giocatore della tua rivale cittadina, morto non l'altro giorno, ma da parecchio tempo prima (mi sembra un anno fa), ecco, mi fa pensare che c'è ancora qualcosa di bello nel calcio, qualcosa per cui valga la pena stare incollati al televisore o meglio ancora, come diceva Gegen, allo stadio.
    Davvero, il gesto di Iniesta non mi sembra appartenere a questa terra e a questo sport.


    Albis

    RispondiElimina
  7. Io vorrei anche sottolineare che negli ultimi anni gli unici calciatori europei morti in campo sono spagnoli: Puerta e, appunto, Jarque. Tutto questo nell'epoca dell'operacion puerto, del dominio nel ciclismo, dell'anno sabbatico di Rafa Nadal. Onore alla Spagna!

    RispondiElimina
  8. Nesat,

    dissento solo su na cosa. é vero che i giocatori tedeschi da te nominati non possono essere paragonati ai vari Amauri e Taddei, perché nati in territorio germanico. peró é altrettanto vero che, essendo figli di immigrati e perció tedeschi di seconda generazione, la nazionale é un bell'esempio di come all'interno della societá tedesca si stia creando una forte integrazione tra le diverse etnie che ormai da decenni la compongono.

    piccolo appunto a sigosiendobostero: se ho capito bene lo spirito di lacrimediborghetti, per il Diego dovrebbe valere la stessa linea di pensiero portata avanti in Vacanze di Natale '83 nei confronti di Falcao: solo e sempre 10!

    Sempre in grande amicizia,

    Il Fornaretto

    RispondiElimina
  9. FORNARETTO...vuoi o non vuoi nel giro di 10 anni finiamo anche noi così,anche se ovviamente tempi e modi rispetto alla Germania sono completamente diversi(non siamo mai stati e mai saremo a quel livello)...comunque è normale(aggiungerei purtroppo....ma ovviamente rischierei di non essere capito) .....non capisco lo stupore.....è solo un corso naturale degli eventi...chi prende però spunto da questa nazionale tedesca per chiedere la convocazione degli oriundi è un imbecille....

    inoltre la germania ha anche la fortuna di essere "Invasa"da nazionalità portate per il calcio....se guardi la nazionale inglese trovi poca roba nel calcio...ma se dai un occhio al cricket vedrai che sono pieni di naturalizzati...


    GEGEN in realtà mi ricordo anche di Foè con la sua nazionale e del magiaro Feher con il benfica....comunque si sa che in spagna sono particolarmente "Morbidi"

    BOSTERO come gia scritto su Portogallo e Olanda sono con te....
    il Rooney della corea del Nord dovrebbe aver firmato per il Bochum....
    sul Camerun non ho parole...io amo Le Guen.....forse è una generazione troppo scarsa per riuscire a fare qualcosa di serio......

    DIONIGI non credo di poter far passare il Paragone tra Marino Bartoletti e Franco dei ricchi e poveri......lo ritengo un insulto personale.....Franco Gatti è una stella della musica internazionale.....

    EUFRASIO tengo a precisare che il 5 era per SKY....non credo che caressa singolarmente meriti un voto...

    RispondiElimina
  10. ERRATA CORRIGE:

    Ha ragione Fornaretto a bacchettarmi. Rigiro pertanto la frase:

    "Forse quello che ha costruito è anche tanto, per come la vedo io. Questo giudizio porta con se che Diego non ha sbagliato tatticamente. E' la tattica ad essere sbagliata".

    RispondiElimina
  11. Talvolta è curioso notare come le ragioni si sfidino di continuo: la tattica, come dice il buon bostero, è sbagliata.

    Ovvero applicata a Maradona o al concetto di Maradona è sbagliata, antitetica, immorale.

    Di contro, la stessa tattica applicata a Zeman (si veda il post del Fornaretto) è insieme filosofia, palleggio e sinfonia.

    Un giorno dovrò concentrarmi a capire che tattica stiamo seguendo in questo mondo.

    Ciò detto, urge una birra.

    RispondiElimina
  12. Concordo con i voti, Nesat e sul fatto della non menzione di Zazzaroni all'interno del carrozzone (davvero pietoso) Rai...
    Però, una cosa per cui mi radierai dalle tue amicizie la devo dire: Galeazzi e Costanzo insieme sono il grottesco che piace e sfonda lo schermo e a me piacciono!

    Vincenzo

    RispondiElimina
  13. Vincenzo caro.....c'è gente che prova piacere a lacerarsi la carne...se non fanno male a nessuno...che facciano pure.....lo stesso vale per te....è sicuramente una forma di masochismo la tua......

    su zazzaroni che cosa dire....non credo che sia consapevole...non sa di essere irritante anche solo quando respira....povero.....l'ho beccato sul Roma Bologna qualche mese fa.....era fastidioso anche seduto immobile mentre guardava fuori dal finestrino....

    RispondiElimina
  14. Si..è vero..a volte sono veramente masochista! Intanto, i Ragazzi Terribili, come ogogliosamente li chiamava Paola (Madonna) Ferrari saranno protagonisti di una puntata di Bontà Loro..potere della tv!

    Hai incotrato Zazzaroni e non lo hai ucciso?! SANTO SUBITO!!!

    Vincenzo

    RispondiElimina