mercoledì 17 marzo 2010

Per una volta, Chapeau!

11 commenti:

  1. Signori, questo per me è veramente troppo.

    Come potete immaginare ieri sera avevo indossato le mie vesti da gufo imperiale ed acceso la tv certo di vedere il solito trito non gioco nerazzurro.

    Avevo lasciato da parte le avvisaglie già riscontrate all'andata, avevo confidato nell'esperienza del buon Carletto.

    Mai valutazione fu più sbagliata: l'inter di Mourinho fa una partita perfetta, soffre il Chelsea per non più di quindici minuti e chiude la gara con un gran goal della sua stella più brillante.

    Si presenta a Stmford Bridge con tre punte ed un trequartista e si prende l'intera posta.

    Bravi tutti ma - segnatevi questa mia frase sul calendario, poichè è un inedito - bravissimo Mourinho.

    Qualche dubbio sui 2/3 rigori non dati al Chelsea tra andata e ritorno, ma il secondo tempo di ieri fa onore ad una squadra organizzata e con individualità spaventose. Questo vale più di ogni legittimo dubbio.

    Su Eto'o si è sentito negli ultimi mesi un gran vociare qui in Italia.

    Ieri ha confermato ancora una volta di essere un grandissimo.

    Forse l'attaccante africano più forte di tutti i tempi per acume tattico,disponibilità al sacrificio e facilità di tiro.

    Come già all'andata sono rimasto stregato da Lucio. Se tutti i difensori giocassero come lui potremmo anche dimenticarci dell'esistenza dei gol.

    Come dicevo già due settimane fa, il cerchio si stringe: le candidate sono solo 3: Barcellona, Manchester e proprio l'Inter.

    RispondiElimina
  2. Chapeau!
    Grande match, grande coraggio, grande voglia di soffrire... grande delusione Blues... ha vinto la squadra cha ha dimostrato di volere di più la qualificazione, ha vinto il tecnico che ha dimostrato di essere il più bravo, ha segnato il giocatore che ha fatto vedere a tutti che i campioni sanno sacrificarsi quando serve!
    Con il tuo medesimo stato d'animo ho tessuto anche io gli elogi del tecnico di Setubal e dell'immenso Samuel Eto'ò.

    Eddie

    RispondiElimina
  3. Certo Bostero, stasera (come titola Marca) "senza Xavi e con il fantasma del Lione" il Barça deve tenere gli occhi aperti..

    RispondiElimina
  4. In questo caso bisogna ricorrere al mago Nesat che ha indovinato tutti i pronostici...

    RispondiElimina
  5. Se non ricordo male il buon mago Nesat, con il suo pendolino, all'epoca si espose anche su questa sfida, prevedendo la "sorpresa"..e ho detto tutto.

    RispondiElimina
  6. NO!quella era una speranza(con tutto il rispetto per bostero).....io ho preso il Real fuori con x del Lione...e in privato con gegen il cska......

    RispondiElimina
  7. Ho come l'impressione che Leo non fosse troppo d'accordo con le vostre considerazioni.

    RispondiElimina
  8. Il CSKA - molto a caso e soltanto per spiccato senso antisevillista - l'avevo detto anch'io!

    L'Inter invece mi ha stupito, ha sovvertito tutti i miei pronostici e perciò non posso che accodarmi al coro di complimenti.

    Però, la gufo lo stesso: l' Inter ai quarti pesca una squadra non necessariamente forte quanto il Chelsea (Lione? Bayern? lo stesso CSKA sarebbe un sogno incredibile...) e, tra trombe e fanfare, ancora tronfia per il match a Stamford Bridge, esce dalla Coppa.

    Interisti, odiatemi...

    RispondiElimina
  9. Buon sorteggio il CSKA per l'Inter...
    l'Arsenal può battere il Barcellona.

    RispondiElimina