giovedì 17 dicembre 2009

I saltelli,Balotelli e il razzismo che non c'è.......

In data 24 Novembre 2009 la Juventus football club, viene multata di euro 20.000 con la seguente motivazione"I sostenitori Juventini in quattro volte nel corso della gara,hanno rivolto cori insultanti e incitanti alla violenza nei confronti di un calciatore tesserato per un altra società". Il coro rivolto è l'ormai strafamoso "Se saltelli muore Balotelli"il giudice sportivo(come giusto che sia) non fa accenno al razzismo,il resto del paese però si ritiene indignato per "L'ennesimo caso di razzismo nel nostro calcio". Augurare la morte,per carità,è un qualcosa di decisamente deplorevole,ma da quando il gioco del calcio è approdato in Italia,uno dei cori più in voga per i giocatori momentaneamente infortunati è "Devi morire",sgradevole certo.... ma il razzismo dove sta?? Va di moda in questo periodo, trovare il marcio dove effettivamente il marcio non c'è. Mario Balotelli è un calciatore tanto straordinario quanto irritante ed è preso di mira da tutti, certamente non per il colore della pelle(non nego che sia successo in determinate occasioni) ma per il suo modo di fare strafottente.Balotelli è perfettamente a conoscenza del fatto che fischi e cori sono causati esclusivamente per il suo modo di fare. Ovviamente a ricamare su questo episodio sono i media assetati del più becero buonismo. Se al posto di Balotelli, fosse stato intonato il nome di Lucarelli,Birindelli o magari del Grande ex Brescia Piovanelli la multa non sarebbe arrivata. Il coro anti Balotelli torna puntuale il Giorno di Juventus-Inter a partire dalle 19 e 30.Subito le televisioni sottolineano "L'odioso" coro......escono agenzie su agenzie e durante la partita,i telecronisti commentano con sdegno i fischi(e sottolineo normalissimi fischi)rivolti giocatore interista. Il razzismo(per quel che riguarda il calcio) in Italia lo ricordo nei Confronti di Rosenthal(giocatore Israeliano) quando una parte della tifoseria dell'Udinese impedì l'acquisto, lo ricordo a Treviso quando scese in capo il nigeriano Omolade(divertente la risposta dei compagni che la settimana seguente scesero in campo con la faccia dipinta di nero),mi ricordo qualche manichino nero impiccato qua e la per lo stivale. Per quale motivo trovare il razzismo anche quando non è presente?perchè i cori a Balotelli sono "Odiosi" e quelli a Cassano no?? La colpa come gia detto è dei media,ormai non solo contro un razzismo che molte volte non esiste ma anche a favore del fair play più stucchevole. Nella stessa giornata ho sentito un noto "Opinionista" sportivo etichettare i 10mila tifosi del Bari presenti all'olimpico come dei "Bastardi" avendo a suo dire la colpa di non aver applaudito l'uscita di Totti,ma che calcio vogliono??,quello dei puffi?dove tutti puffiamo allegramente insieme allo stadio??non si può neanche fischiare un calciatore avversario dopo che ti ha infilato 3 volte?? Mi mancano eroi del calibro di Pasquale Bruno,che forse in soli due minuti avrebbero fatto capire ad uno come Balotelli come ci si deve comportare. I giocatori oggi sono sempre più effemminati,nella giornata dei cori a Balotelli vengono squalificati Cruz e Rinaudo con la seguente motivazione"Cruz morsicava il braccio del giocatore del Napoli Rinaudo che a sua volta tirava i capelli dell'avversario e contestualmente lo colpiva con un energica manata al capo". Tu mi mordi,io ti tiro i capelli,la prossima settimana cosa devo aspettarmi???una borsettata di Tiribocchi a Mingazzini? ieri notte ho avuto un incubo,in campo giocavano 22 Le Grottaglie,sugli spalti tifoserie miste e l'inquietante presenza delle sempre più invocate "Famiglie allo stadio",le risse in campo si limitavano a qualche graffio,applausi scroscianti a priori a qualunque giocatore di colore o comunque appartenente ad una qualsivoglia minoranza per farlo sentire a proprio agio,cori di sostegno e rispetto per la squadra avversaria,ogni 5 minuti lo stadio effettuava un ola,durante l'intervallo la canzone dei mondiali dei Pooh cantata a squarciagola da tutti. Mi sono svegliato sudato ed agitato,ho acceso il televisore e ho visto la pallonata di Lavezzi ad Allegri,la lite tra Panucci e Preziosi mi sono rivenute in mente svariate entrate assassine di Pasquale Bruno e Taribo West,Gaucci che da del figlio di mignotta a Matarrese,Edmundo che scappa al carnevale di Rio , Mazzone che corre come Husain Bolt sotto la curva Atalantina dopo il pareggio del suo Brescia,i pesanti cori reciproci durante Napoli-Verona,gli striscioni dei tifosi leccesi su Cassano,le tensioni in campo e sulle tribune durante Livorno-Lazio.....ho ripensato a tutto questo...agonismo e non teppismo, rivalità e non inciviltà o razzismo,questo è il calcio che voglio,quello con cui sono cresciuto,quello che non deve scomparire per colpa di 4 pupazzi che si fanno belli lanciando slogan da famiglia cuore in televisione e sui giornali, racimolando consensi solo da persone che allo stadio o non ci vanno o se ci vanno, lo fanno una o due volte l'anno.No, il politically corect non deve e non può vincere a priori.....io la penso così e probabilmente, visto il suo modo di fare, la pensa come me anche il buon Mario Barwuah Balotelli.

7 commenti:

  1. Il tuo incubo mi ha lasciato senza fiato per le risate. Non si fa così a uno che è appena sopravvissuto alla tre-giorni da avvocato..Domenica non aspetterò altro che la borsettata di Tiribocchi.

    Ma senti, perchè Materazzi canta la canzone dei Pooh "Cuore azzurro" con gli occhi chiusi? Si emoziona?

    Nel merito sono d'accordo con tutto quello che hai scritto. Sacrosanto. Comunque ho già pronto il coro per domenica (Roma-Parma): "se saltelli muore Antonelli". Il salotto della D'Amico insorgerà?

    RispondiElimina
  2. Nel video dei Pooh mi è sembrato di vedere Mauro Esposito....spero di essermi sbagliato...ma sono certo di aver visto Diana....

    Vai tranquillo su Antonelli è di Monza e non credo proprio che i brianzoli facciano parte di una minoranza etnica......Sconcerti non avrà nulla da ridire....

    RispondiElimina
  3. Purtroppo hai visto bene.
    E' una cosa assai triste.

    Mi chiedo: da dove viene l'idea di mettere assieme a cantare una canzone così oscena tanti uomini finiti, tanti ex buoni giocatori?

    Perchè?
    Che colpa dobbiamo espiare vedendo il video?

    Mi consolo, tanto orrore non è stato sufficiente a cancellare nella mia mente l'immagine più bella dell'anno che si sta per chiudere: Totti che punta Ilary in discoteca!

    RispondiElimina
  4. Carissimo nesat gulunoglu,
    sono un interista di vecchia data, ma sull'argomento mi sono trovato, fin dal principio di questa storia, abbastanza d'accordo con te: Balotelli, seppur già fortissimo, rimane un pischello arrogante e spocchioso e se non giocasse per i miei colori sarebbe molto antipatico anche a me.
    Pur facendo parte di quella moltitudine di tifosi da salotto che non va quasi mai o mai allo stadio (ma non me ne vergogno, d'altronde sono pur sempre un interista romano e a parte 2 o 4 volte l'anno, se capitano le coppe, difficilmente potrei seguire la mia squadra allo stadio, sotto casa) sono tutto sommato a conoscenza delle "dinamiche da tifoso" proprio grazie a voi amici, laziali e romanisti, che mi avete sempre raccontato delle vostre domeniche in curva.
    So benissimo che gli sfottò e gli insulti sono dettati più da un "simpatico" annebbiamento dovuto ai fumi delle lacrime di Borghetti che non dai significati letterali delle parole che vengono pronunciate. Se tutte le volte che gioca Materazzi gli si da del figlio di puttana non è certo per colpire la madre, ma il giocatore stesso,che sai che non la prenderà bene (per usare un eufemismo).
    Così facendo "buuu" a Balotelli non lo fai (almeno non in tutti i casi...) per razzismo,ma perchè sai che quel giocatore rimarrà infastidito.
    Inizio però a fare altre riflessioni quando sento il vostro amato Michele Plastino ( e non quindi uno di parte,come potrebbe essere un' interista o un nero.. o un nero interista?.. ) affermare di percepire un'altra lettura negli insulti a Balotelli: la contestazione per essere un italiano nero. Non voglio entrare troppo nel merito della questione, del resto mi sono già abbastanza rotto sentendo sempre gli stessi commenti dai media in questi ultimi tempi.
    Mi chiedo solo se Balotelli o tutti gli altri giocatori di colore che prendono sistematicamente buuu e fischi tutte le domeniche non si sentano realmente colpiti.Per quanto il vero significato di alcuni slogan non dovrebbe intendersi nella loro accezione letterale cosa vuoi replicare a chi si sente veramente colpito nel profondo? Per esempio camminare in giro per Roma e vedersi tirare addosso delle banane non è simpatico e travalica i confini del "sano" insulto da stadio...Su questo sarai d'accordo con me, spero.
    La prova che certe reazioni di determinati giocatori non siano un bluff non la si può avere così facilmente del resto e nell'attesa di conferme o smentite mi sembra idiota continuare a tenere certi comportamenti.Da parte dei tifosi (facile nascondersi tra la folla, ma se ti trovassi da solo di fronte a un Balotelli qualsiasi di 1,90 m per 90 kg. quanti buu avresti il coraggio di gridare?) e da parte dei giocatori, che non devono finire col prendersi a graffi e borsettate, per mostrare invece i muscoli in pose da culturisti quando segnano,manco avessero fatto chissà cosa.Ma se nel caso specifico si parla di un pischello di 19 anni, chi va allo stadio ed è così maturo come si dice non potrebbe essere superiore alle bizze di un teen ager che guadagna troppo?
    Infine se si sa che la maggior parte delle persone allo stadio non ha "comportamenti socialmente pericolosi" - per fortuna ! - è altrettanto notorio che spesso allo stadio ci siano proprio quelle componenti di teppismo,inciviltà e razzismo che poi fanno cadere la tua arringa e si ritorcono contro chi vive le partite con sano spirito di agonismo e rivalità.

    E se per i vostri gusti non fossi stato abbastanza buonista, permettetemi di esserlo ora, ringraziandovi per la creazione di questo fantastico blog,su cui intervengo per la prima volta, che mi ricorda i primi dibattiti all'università. :D
    Bella!

    RispondiElimina
  5. Per restare in tema, oggi sul Corriere della Sera addirittura il primo editoriale era dedicato (ancora!) al razzismo negli stadi, e la brillante proposta del sempre simpatico (un guascone!) e mai saccentello Beppe Severgnini era quella di sospendere -a partire già da domenica- le partite al primo coro razzista, abbia esso ad oggetto i neri, i napoletani, Materazzi o i lettori di Cronaca Vera - insomma, qualsiasi discriminazione. Per la serie: dove non può la neve, arriviamo noi.

    Mi domando se questi personaggi che scrivono di calcio siano mai andati -di loro spontanea volontà e non prezzolati da qualche testata di regime- allo stadio, dalla serie A in terza categoria. E' che applicando questo metodo arguto le partite durerebbero -fantozzianamente- dalle 12 alle 18 ore, e si concluderebbero solo perchè i quattro tifosi rimasti -stremati- si ritroverebbero senza fiato per insultare Severgnini.

    Ad ogni modo, grazie inminoranzanellamaggioranza per il prolisso commento e benvenuto.

    RispondiElimina
  6. ottimo intervento inminoranza...benvenuto tra noi.....ovviamente i fatti di pontemilvio sono un qualcosa che va al di fuori del mio discorso...ti fa onore il tuo non "rosicare"da tifoso interista

    "se non giocasse per i miei colori sarebbe molto antipatico anche a me."

    per quello che riguarda Plastino..non sapevo di questa sua uscita..in realtà.....non condivido...o meglio può essere vero in minima parte...ma veramente minima.....con l'uscita di Verona Balotelli si è definitivamente tagliato le gambe...non esisterà un solo stadio in Italia che non lo fischierà....forse dovrebbe parlare con Eto ò....lui ha subito nella sua carriera situazioni più sgradevoli di 4 FISCHI a Verona(con il CHIEVO!!!)..basta ricordare la Romareda....attendo con ansia sviluppi...succcederà qualcosa di grosso..qualche partita con Balotelli in campo verrà sospesa...ovviamente invece eventuali fischi ad Asamoah ad esempio non saranno neanche riportati.....
    Ha ragione Dionigi molti giornalisti "importanti" dovrebbero farsi un giro nei campionati minori.... e magari anche Balotelli..

    RispondiElimina
  7. tratto da CHI (la rivista che meglio coglie lo Zeitgeist attuale):

    "BALOTELLI DI FUOCO...
    Mario Balotelli, dopo la vicenda dei cori razzisti di Chievo-Inter, ha trascorso una settimana intensa. Prima si è concesso qualche giorno di relax a Madonna di Campiglio, ballando alla discoteca Des Alpes. Poi si è dedicato alla sua Barbara Guerra, alla quale ha fatto un regalo molto prezioso."

    RispondiElimina