giovedì 26 novembre 2009

Incompetenza territoriale

Non possiamo non soffermarci un secondo sull'ennesima scialba prova della Juventus, vittima di guarduolite acuta e di dirigenti morattiani. La cosa, ovviamente, mi riempe di gioia e soddisfazione, ma nonostante ciò non possiamo, da calciofili quali siamo, ignorare tale evento.
Ferrara (si proprio lui, quello del "Danette, troppppo bbbuone") è evidentemente nel pallone più totale, altrimenti non saprei come giustificare la squadra messa in campo ieri sera.
Del Piero esterno sinistro è una forzatura che non vedevo dai tempi di Sacchi, così come l'insistenza nel mettere in campo Felipe Melo, centrocampista la cui maggiore qualità sembra essere il non sapere ancora cosa farà da grande. Non è un incontrista, non è un regista, cosa è? Ve lo spiego io: un pacco da 25 milioni ben orchestrato dal magnifico Messere Pantaleo Corvino.
Lo stesso Diego, troppo presto additato come fenomeno, si è visto solo contro la Roma.. Dunque se tanto mi da tanto anche Maccarone è un Fenomeno.
Marchisio tornerà a breve ad essere titolare con buona pace di tutti gli amanti del calcio, posto che questo ragazzo a mio parere è destinato ad una carriera scintillante. Resta un mistero il motivo per il quale in mancanza di un esterno sinistro di ruolo si continui ad ignorare De Ceglie, giocatore a mio parere di qualità e quantità.
L'azzardo Ferrara è stato grosso, ma ancor più grave è stata la scelta di investire 60 milioni di euro per Diego e Felipe Melo, quando a quelle cifre potevi portarti a casa gente di caratura internazionale. Ad onor del vero, bisogna peraltro ricordare che il rischio di una campagna acquisti folle si era vista sin dagli inizi, con l'acquisto del trentaseienne Cannavaro e con la querelle relativa all'ingaggio di D'Agostino per sonanti venti milioni di Euro. Chi tratta D'Agostino è a priori un incompetente, chi poi lo tratta a quelle cifre è destinato ad uscire dal giro del calcio con la stessa velocità con cui ci è entrato.
Pare che la Juventus, dopo i (ne)fasti degli anni della triade sia attualmente coordinata e gestita da persone non al livello del blasone e del budget cui dispongono.
Si vocifera che il grande coordinatore occulto sia il mago del calcio capitolino: Daniele Pradè.

7 commenti:

  1. io vorrei prima o poi aprire un post su Diego...un giocatore fatto passare per Maradona..ma che per quanto mi riguarda può spazzolare tranquillamente gli scarpini a Sneijder ad esempio....è un buon giocatore...che al Werder Brema giustamente brilla e fa la sua porca figura...ma in Italia con la seconda squadra più forte la musica cambia... partita con la Roma a parte(e te pareva) posso sapere che ha fatto?(sono rimasti solo i telecronisti di sky ad esaltarlo anche quando si soffia il naso)....mi ricordo ancora il commento di compagnoni a roma juve"per 24 milioni di euro la Juve ha acquistato un fenomeno"...mah....convinti loro.....

    RispondiElimina
  2. Premesso che io sono uno di quelli che pensa che ai giocatori stranieri devi dare almeno un anno per ambientarsi, e che possono iniziare a essere giudicati solo a partire dal secondo (un'eccezione vale solo per "el bati" Larrivey, il quale ha bisogno di 8/9 anni di ambientamento), mi pare evidente che Diego sia stato davvero troppo pompato. Se il tuo merito si fonda sull'aver uccellato Mexes e Cassetti allora è davvero poco merito..

    In generale, ed è l'unica volta che mi sentirete dare ragione al simpatico Mourinho, aveva ragione il portoghese quando sospettò che l'aria stesse cambiando dopo le dichiarazioni estive di Lippi, che -come ricorderete- pronosticò la Juve campione d'Italia. Mi pare cioè che quest'anno si stia preparando -da parte dei media più supini ed importanti, Sky in testa- l'annata del ritorno bianconero, una sorta di stagione catartica, all'insegna dei buoni sentimenti, della buona gestione, dei buoni giocatori, dell'allenatore "troppppo bbuuuuuooono". Un tappeto zebrato per la sfilata dell'Italia più zebrata che abbia mai giocato.
    Però questo progetto gli si sta un po' sgonfiando perchè, effettivamente, hanno fatto un calciomercato così e così e si sono dimenticati di mettere in panchina un allenatore. Io, comunque, cinquanta euro sulla Juve campione me li giocherei ancora (se lo faccio, e vinco, ce li mangiamo tutti insieme).

    L'unica cosa non ho capito se Marchisio ti piace o no. A me molto.

    RispondiElimina
  3. Secondo me Diego è troppo fragile per il calcio di casa nostra. Troppo fragile per far si che la Juventus colmi grazie a lui il gap dall'Inter.

    RispondiElimina
  4. Marchiso un genio....spero scappì da torino dove sarà costretto a far panca troppe volte......secondo me è senza dubbio il centrocampista più forte della Juve......e non ci vuole tanto(anche se ammetto a malincuore di essere un fan di Melo e del suo matematico "Giallo" nei 90 minuti)

    RispondiElimina
  5. Ieri si è visto, il vero fenomeno brasiliano è "a fine stagione me lo chiederanno tutti" Nenè! Come ha notato Gulunoglu, un brasiliano da stimare perchè serio, che non ride e non soffre la saudade.

    RispondiElimina
  6. Credo che Diego e Felipe Melo non dimenticheranno mai più gli occhi spiritati di Van Buyten. Spazzati via da un super Bayern! E pensare che si diceva che la Juve Diego l'avesse strappato proprio alla squadra bavarese..Rumenigge e il Kaiser stanno ancora ridendo (come Corvino..).
    Speriamo che anche la pazza Inter domani mi regali una serata come questa.

    RispondiElimina
  7. Quanto pesa avere un allenatore in panchina rispetto ad un carneade come ferrara? Mi sembra che ieri si sia consumata la distruzione del guardiolismo 'ca pummarola 'ngopp di ciro da parte di una vecchia volpe del calcio europeo. Onore a Louis Van Gaal. Qualcuno mi può spiegare il colpo di genio di inserire Poulsen al 45'?
    Se bastasse vincere col siena all'ultima giornata di campionato per essere il nuovo guardiola sarebbe davvero tutto troppo facile..
    Mi fa riflettere che l'inter abbia perso dalla juve e, al di la di questo, mi lascia davvero perplesso che il match tra le squadre più forti della serie a sia stato uno spettacolo così avvilente come quello di sabato sera. Chiunque abbia negli occhi il secondo tempo di Barça Real o il derby di Manchester ha argomenti sufficienti per non vedere mai più la serie A.

    Secondo me Diego non è male, se non giocasse a 50 metri dalla porta potrebbe rendere di più. Io fossi, fossi il milan, aspetterei fine stagione e lo comprerei a prezzo di costo per inserirlo al posto di seedorf. Sono sicuro che nei sinuosi fraseggi rossoneri l'ex porto e werder saprebbe farsi apprezzare di più.

    RispondiElimina