lunedì 2 novembre 2009

Forgotten with a headache

Per l'America il baseball è una linea storica. Ogni accadimento, ogni ricordo, ogni testimonianza è sempre ricondotta ad una stagione del baseball professionistico. Non da ultimi, scrittori come Roth o Steinbeck contestualizzano i loro racconti ed i loro personaggi attraverso la Major League. Così faro anche io. Era il 1925. Erano gli anni del proibizionismo ed i Washington Senators erano i campioni del mondo in carica. Quell'anno, invece, si sarebbero laureati campioni i Pittsburgh Pirates. A quel tempo gli Yankees di New York non erano ancora la plurititolata e odiatissima squadra che sono adesso. A New York, infatti, i vincenti erano i Giants (gli stessi che qualche anno dopo si sarebbero trasferiti a San Francisco). Qualche anno prima gli Yankees avevano comprato il grande Babe Ruth dai Red Sox e, di fatto, fu proprio da quell'acquisto che iniziarono le prove generali per diventare grandi. Quella stagione prima base degli Yankees era Walter Pipp. "Wally". Era arrivato agli Yankees qualche anno prima dai Detroit Tigers, dopo essersi laureato alla Catholic University of America. Grande battitore, Pipp. Una media battuta eccellente nel corso di tutta la sua carriera. Fu il primo Yankee a vincere l'Home Run Title, la speciale classifica di chi nel corso della stagione mette a segno il maggior numero di fuoricampo. Il suo record di 226 volate di sacrificio in carriera è tutt'ora imbattuto a livello di franchigia. Ma poi arrivò il 1925. Il 2 giugno, per la precisione. Coach Huggins è pronto a buttar giù la formazione e Wally dovrebbe essere, come sempre, tra i titolari. Succede, però, che Wally ha il mal di testa. Lo comunica a coach Huggins e insieme decidono che Wally si sarebbe accomodato, per quel match. in panchina. Al posto di Wally gioca un giovanotto, prelevato qualche anno prima dalla Columbia - su consiglio, tra l'altro, dello stesso Wally, che per qualche soldo in più faceva pure lo scout per gli Yankees. Il giovanotto era Lou Gehrig. Wally quel posto in posto in prima base non lo rivide più. Quello fu la prima di 2,130 partite giocate consecutivamente da Lou Gehrig. Il "Cavallo di Ferro". Il miglior prima base della storia del baseball americano. Una media alla battuta devastante durante tutta la carriera. 6 volte vincitore delle World Series. 7 volte all'All Star Game. 2 volte miglior giocatore della lega. Unico ad esser riuscito a mettere a segno 4 furicampo nel corso della stessa partita. Sono 8 i suoi record in Major League ad oggi ancora imbattuti. Sono il Lou Gehrig's Disease riuscì a batterlo. Nel 1939. Wally fu ceduto dagli Yankees ai Cincinnati Reds qualche tempo dopo. Proprio lui, Wally. Lo Yankee che aveva giocato il maggior numero di partite durante i dieci anni precedenti quel dannato mal di testa. Che delle tre World Series vinte consecutivamente dai suoi ex compagni ebbe notizia dal Cincinnati Enquirer.

Nessun commento:

Posta un commento